Seminario “Percorsi femminili e femministi tra il Mediterraneo e l’Africa”

ABOUT EVENT

Con il 2011 nell’area del Medio Oriente e dell’Africa si è prodotta una cesura rilevante che induce studiosi/e, analisti a ripensare in termini storiografici, sociologici, giuridici e antropologici le trasformazioni all’interno di queste società. Al centro di questo percorso assumono particolare rilevanza attori indispensabili per la costruzione delle società post-rivolta, e in particolare le donne, che attraverso la loro pluralità ci inducono a rivolgere lo sguardo su questi mondi e a ri-definire i percorsi di società in continuo mutamento. Diviene, quindi, sempre più necessario riprendere i fili di un’elaborazione teorica che induca a un dibattito nuovo per ri-definire gli studi di genere nell’area. In questo quadro il convegno “Percorsi femminili e femministi tra il Mediterraneo e l’Africa” si pone come obiettivo un dialogo interdisciplinare tra studiose/i al fine di comprendere a quale punto è la storia delle donne “ dell’Altra Riva” e di sensibilizzare il mondo accademico e non solo. A dieci anni da quella fase che ha rappresentato una frattura con il passato in quest’area , i women studies soffrono ancora di una marcata separazione dal dibattito storiografico, giuridico, sociologico e letterario. Ne risulta quindi una sorta di isolamento che impedisce ai women studies del nostro paese di incidere sulla ridefinizione dei paradigmi.

Le giornate di studio intendono raggiungere studiose/i impegnati in gender studies. L’evento è progettato sia per gli accademici che per un pubblico più ampio, interessato all’argomento e sarà liberamente accessibile a tutti e il suo dossier sarà pubblicato sul sito web di OSMED. Di conseguenza, l’incontro non solo consentirà alla cerchia degli studiosi coinvolti di entrare in contatto e acquisire una visione della situazione in altri Paesi della regione, ma anche di informare un pubblico più ampio sullo stato dell’arte della ricerca.

Il seminario è organizzato dal Centro interdisciplinare di ricerca per la Cooperazione con l’Eurasia, il Mediterraneo e l’Africa Sub-sahariana (CEMAS) dell’Università La Sapienza e dall’Osservatorio su Mediterraneo (OSMED) dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”.

 

 

Share This Event